Tarassaco – 10 ottimi motivi per usarlo di cui non ne eravate a conoscenza

Tarassaco - 10 ottimi motivi per usarlo di cui non ne eravate a conoscenza
Tarassaco - 10 ottimi motivi per usarlo di cui non ne eravate a conoscenza
Condividi
  •   
  •   
  •  
  •  
  •  

Penso che non c’è persona che non conosca il Tarassaco, il cosiddetto Dente di leone, diffusissimo abitante dei nostri prati. Il suo fiore giallo intenso da innumerevoli petali, il quale verso la fine d’estate si trasforma in soffione da mille piccoli paracaduti bianchi, i messaggeri dei nostri desideri. Penso che tutti, almeno per una volta nella vita, abbiamo soffiato nel vento le sue infiorescenze con in mente l’ultimo desiderio del cassetto.

Oltre ad essere un fedele compagno dei nostri giochi, tarassaco può contribuire notevolmente a migliorare la nostra salute.

Infatti, con le sue proprietà officinali produce diversi effetti sul corpo;

 

  • E’ un’ottima fonte di vitamine e minerali, soprattutto la vitamina A, B1, B2, B3 e la vitamina C, ferro, calcio, fosforo, potassio e magnesio. Inoltre è ricca di flavonoidi, carotenoidi, antiossidanti e di inulina, una sostanza che produce gli effetti prebiotici utili all’intestino.

      Per poter usufruire al meglio di tutte le sue proprietà vitaminiche è consigliato mangiarlo crudo, magari inserendo le foglie nell’insalata.

  • Aiuta nel caso del diabete; il decotto di tarassaco tende ad ridurre il livello dei zuccheri nel sangue, abbassando la glicemia.
  • E’ un ottimo sostituto del caffè; Il decotto preparato dalla radice, precedentemente tostata, sostituisce a pieno il caffè. Contiene diversi minerali e gli antiossidanti, restituendo al corpo energia. Allo stesso tempo può essere un valido aiuto per combattere la dipendenza da caffè.
  • Ha le proprietà diuretiche, pertanto, oltre a contribuire alla purificazione del organismo, aiuta anche nel caso dell’ipertensione, abbassando la pressione arteriosa.
  • Mantiene il fegato in salute; lo purifica, decongestiona e disintossica, aumentando la produzione della bile.
  • Stimola l’attività del pancreas.
  • Migliora la funzionalità intestinale con i suoi effetti diuretici e blandamente lassativi.
  • Mantiene le ossa in salute e previene l’osteoporosi, grazie alla notevole presenza di minerali.
  • Favorisce la circolazione del sangue.
  • Combatte le infiammazioni con le sue proprietà antinfiammatorie.

Pertanto, è particolarmente utile nei casi di affezioni epatiche, intossicazioni alimentari, infezioni urinarie, iperglicemia, cattiva digestione, ritenzione idrica, cellulite, obesità e tanti altri.

Come si usa

Del tarassaco si usano sia i fiori, che le foglie e radici; i fiori, oltre per la preparazione della tisana, spesso vengono usati anche per la preparazione di un’ottima marmellata.  Le foglie possono essere utilizzate sia come alimento che nel decotto, mentre le radici, oltre al decotto tradizionale, se tostate diventano un ottimo sostituto del caffè.

Una volta raccolto dai prati sarà senz’altro utile pulirlo a fondo,  lasciandolo nell’acqua in ammollo con aggiunta di bicarbonato, o in alternativa di Amuchina, secondo le condizioni del luogo dove è stato prelevato. Una volta pulito, va asciugato e poi lasciato essiccare o, nel caso delle foglie, consumato fresco oppure cotto.

Per la preparazione del decotto è sufficiente seguire alcuni semplici consigli; portare l’acqua in ebollizione, versarvi le foglie o le radici essiccate e far bollire per una decina di minuti. Spegnere il fuoco e lasciare riposare coperto per un’altra decina di minuti. A quel punto filtrare ed il decotto è pronto.

Per la preparazione del simil-caffè, seguire lo stesso procedimento, ma utilizzare le radici precedentemente essiccate, tostate e macinate.

Fatemi sapere se vi è piaciuto.

(Foto di Giglio_di_mare da Pixabay)


Condividi
  •   
  •   
  •  
  •  
  •  

Lana

Naturopata, studiosa di nutrizione ed appassionata di medicine naturali e terapie alternative, cerco di prendere in esame e valutare diverse notizie che arrivano da tutto il mondo riguardanti la scienza, la ricerca e nuovi traguardi in ambito della salute e del benessere psicofisico della persona. Il grande interesse per il mondo medico e di salute nasce con l’arrivo al mondo di mia figlia, una bimba meravigliosa, trasformandosi col tempo in un’autentica passione. Avendo sperimentato in diverse occasioni l’inefficacia ed, in alcune addirittura, la dannosità di alcuni medicinali somministrati di routine da molti medici, ho iniziato a percorrere la strada della ricerca verso il rimedio ottimale. Nulla togliendo alla scienza ed alla medicina scientifica, ho appurato che a volte la miglior risposta l’abbiamo davanti agli occhi; nella natura. Ed è da qui, che il fulcro delle mie teorie trova le fondamenta nell’acuta osservazione della natura e di tutti i suoi infiniti principi e processi. Applicando la ricerca e la scienza su questi principi, sono convinta, si otterrebbe l’abbinamento ideale; il rimedio perfetto. Come disse Ippocrate, il padre della medicina: “Fa che il cibo sia la tua medicina e la medicina sia il tuo cibo. La natura è il medico delle malattie. Il medico deve solo seguirne gli insegnamenti.”

Potrebbero interessarti anche...

error: Content is protected !!