I sali minerali e le loro funzioni

I sali minerali e le loro funzioni
I sali minerali e le loro funzioni
Condividi
  •   
  •   
  •  
  •  
  •  

Nei precedenti articoli ho parlato di zuccheri, grassi, proteine e vitamine ed ora, per completare il quadro nutrizionale, prenderò in esame i sali minerali, le loro funzioni e del perché sono così importanti per gli esseri viventi.

 

La funzione plastica e regolatrice dei sali minerali

Iniziamo subito col dire che i minerali sono sostanze nutritive essenziali che svolgono molteplici funzioni strutturali e biochimiche all’interno dell’organismo. Hanno funzione plastica e regolatrice. Sono, oltre all’ acqua, le uniche sostanze di origine inorganica che immettiamo nel nostro corpo.

I minerali come calcio, fosforo, magnesio, potassio e sodio sono presenti nell’organismo in quantità relativamente elevate, mentre altri come  cromo, ferro, fluoro, iodio, manganese, rame, selenio e zinco sono presenti in quantità piccolissime o addirittura in tracce.

La quantità di minerali fornita dai cibi vegetali è più che adeguata alle nostre necessità, ma la effettiva assimilazione, invece, è un altro discorso e  dipende da molteplici fattori. Ad esempio, in alcuni casi può capitare che la presenza di alcuni aminoacidi o acidi, tipo ossalati o fitati, durante lo stesso pasto può inibire l’effettivo assorbimento di minerali. In ogni caso, uno sporadico malassorbimento generalmente non comporta particolari problemi, poiché, oltre a poter usufruire delle riserve, l’organismo, soprattutto nel caso di una dieta con un apporto di minerali ridotto, si avvale della cosiddetta regolazione omeostatica, la quale fa aumentare la capacità di assorbimento e ne riduce le perdite.

 

Quali sono i minerali più importanti per il buon funzionamento dell’organismo?

Il calcio è indispensabile per la formazione delle ossa e dei denti, oltre ad avere un ruolo importante nella coagulazione del sangue, nella contrazione muscolare e nelle conduzioni nervose.

Il fosforo, un altro minerale necessario per la formazione della struttura delle ossa.

Il magnesio è un minerale che entra nella struttura dello scheletro e che interviene nel metabolismo energetico del muscolo

il potassio serve a regolare i livelli di pressione arteriosa e regola il contenuto minerale delle ossa.

Il sodio, insieme al cloro, ha un ruolo importante nella digestione, e del buon funzionamento del sistema nervoso.

Il ferro è essenziale per il trasporto dell’ossigeno nel sangue mediante globuli rossi ed anche per la formazione dei muscoli.

Lo iodio è fondamentale per il funzionamento della tiroide, e quindi per la produzione degli ormoni.

Il selenio è utile soprattutto al sistema immunitario per la sua azione antiossidante.

Lo zinco è utilizzato dal corpo in molte reazioni metaboliche, contribuisce al funzionamento del sistema immunitario e a mantenere sana la cute.

Nei prossimi capitoli andremo ad esaminare i minerali più importanti e le loro funzioni.

Per chi volesse approfondire anche altri nutrienti fondamentali per il nostro organismo può consultare i seguenti articoli:

Il cibo e le sue funzioni – alla ricerca degli alimenti migliori

I zuccheri o carboidrati e la loro funzione

I grassi o lipidi e la loro funzione

Le proteine e le loro funzioni

Le vitamine e le loro funzioni

(foto di ExplorerBob da Pixabay)


Condividi
  •   
  •   
  •  
  •  
  •  

Lana

Naturopata, studiosa di nutrizione ed appassionata di medicine naturali e terapie alternative, cerco di prendere in esame e valutare diverse notizie che arrivano da tutto il mondo riguardanti la scienza, la ricerca e nuovi traguardi in ambito della salute e del benessere psicofisico della persona. Il grande interesse per il mondo medico e di salute nasce con l’arrivo al mondo di mia figlia, una bimba meravigliosa, trasformandosi col tempo in un’autentica passione. Avendo sperimentato in diverse occasioni l’inefficacia ed, in alcune addirittura, la dannosità di alcuni medicinali somministrati di routine da molti medici, ho iniziato a percorrere la strada della ricerca verso il rimedio ottimale. Nulla togliendo alla scienza ed alla medicina scientifica, ho appurato che a volte la miglior risposta l’abbiamo davanti agli occhi; nella natura. Ed è da qui, che il fulcro delle mie teorie trova le fondamenta nell’acuta osservazione della natura e di tutti i suoi infiniti principi e processi. Applicando la ricerca e la scienza su questi principi, sono convinta, si otterrebbe l’abbinamento ideale; il rimedio perfetto. Come disse Ippocrate, il padre della medicina: “Fa che il cibo sia la tua medicina e la medicina sia il tuo cibo. La natura è il medico delle malattie. Il medico deve solo seguirne gli insegnamenti.”

Potrebbero interessarti anche...

error: Content is protected !!